Come usare hashtag su Instagram per aumentare like a post e follower e quali scegliere

Come_e_quali_hashtag_usare_su_Instagram_per_aumentare_tasso_coinvolgimento_post_stories_followers
Photo by Vera Arsic on Pexels.com

In questo articolo vedremo come usare hashtag su Instagram e quali hashtag scegliere per aumentare like a post ed incrementare il numero dei nostri follower. Vedremo, inoltre, come migliorare il tasso di coinvolgimento dei nostri conteuti su Intagram scoprendo cosa sono gli hashtag di marca.

Instagram è uno dei social network più popolari. Conta oltre un miliardo di iscritti in tutto il mondo, fra aziende, brand e semplici utenti. Si intuisce che non è facile emergere in questa moltitudine. Gli hashtag possono essere nostri alleati per attirare pubblico verso i nostri contenuti, i nostri prodotti ed i nostri servizi. Ecco perché è importante capire come usare gli hashatag su Instagram per aumentare like a post e follower. Questo articolo ci aiuterà a capirne di più sul loro funzionamento. Iniziamo!

Annunci

Indice

Cos’è un hashtag e come funziona su Instagram

Annunci

Partiamo dal principio e vediamo cos’è un hashtag. Un hashtag è una qualsiasi parola preceduta da “#”, altrimenti detto “cancelletto” o “hashtag”. La parola così composta consente al social media di creare dei collegamenti ipertestuali fra i contenuti in cui compare lo stesso hashtag. Inoltre, consente a qualsiasi utente di visualizzare tali contenuti, cliccando sull’hashtag. Da qualche tempo, ognuno di noi può anche seguire gli hashtag di proprio interesse, visualizzandone i contenuti collegati, come se si trattasse di un account come quello degli amici che seguiamo. Essi compariranno in quello che viene chiamato “feed”: la prima schermata che visualizziamo quando lanciamo la nostra app di Instagram, o apriamo la pagina web del social network.

Non è possibile usare simboli o caratteri speciali negli hashtag. Ecco alcuni esempi per capire meglio come è fatto un hashtag:

  • #seguoFeliceTommasino è un hashtag;
  • # seguo Felice Tommasino non è un hashtag;
  • Felice Tommasino # # non è un hashtag;
  • #seguoFeliceTommasino! non è un hashtag.

Bisogna aggiungere che anche gli hashtag con emoji stanno guadagnando popolarità. Ma è bene tenere presente che gli hashtag vanno aggiunti subito al nostro post e non messi successivamente.

Come aggiungere hashtag ai post Instagram

Annunci

Ora che sappiamo meglio come è fatto un hashtag e come scriverlo, vediamo come possiamo includerlo nei nostri post su Instagram. Esistono tre modi per includere gli hashtag nei nostri post. E, fondamentalmente, nessuno dei tre è sbagliato. Vediamo insieme quali sono, per capire meglio quale utilizzare per i nostri post Instagram. Questi tre metodi vanno bene sia per i post del feed che per IGTV.

Come aggiungere gli hashtag nel corpo della didascalia del post

Annunci

Instagram ci consente di inserire gli hashtag nel corpo della didascalia del nostro post. Per una resa migliore di questa strategia, è bene utilizzare hashtag composti da singole parole. Meglio scrivere “Oggi, #passeggiata in #montagna con gli #amici” che “Oggi, #passeggiatainmontagnacongliamici”, ad esempio.

Da Felice Tommasino, esempio di hashtag nel corpo della didascalia.

Come aggiungere gli hashtag separati dalla didascalia del post Instagram

Annunci

Un’altra tecnica è quella di aggiungere gli hashtag in fondo alla didascalia, usando dei simboli di punteggiatura per separarli dal corpo della didascalia stessa. Se si intende usare questo metodo, è bene sapere che è opportuno usare dei simboli – come dicevamo – per registrare l’interruzione della riga di testo e non gli spazi o il ritorno a capo: questi ultimi, infatti, non vengono registrati dall’app di Instagram. Possiamo ovviare a ciò formattando il testo della nostra didascalia in un’altra app – una qualsiasi di note, sul nostro smartphone – e copiarlo ed incollarlo nel nostro post Instagram.

Da La Montagna del Cilento, esempio di hashtag separati dal corpo della didascalia, con l’utilizzo di simboli.

Come aggiungere gli hashtag nel primo commento del post

Annunci

Il terzo metodo è quello di aggiungere gli hashtag al post inserendoli nel primo commento. In questo caso, dobbiamo scrivere i nostri hashtag in un’altra app di testo prima della pubblicazione del post, per poi copiarli ed incollarli immediatamente nel primo commento, dopo la pubblicazione del nostro contenuto.

Qual è il metodo migliore per aggiungere gli hashtag su Instagram

Annunci

Quale di questi è il metodo migliore per aggiungere gli hashtag ai nostri post Instagram? Diversi studi sottolineano come non ci siano dati in grado di affermare la maggiore efficacia di un metodo rispetto all’altro. In uno studio del 2019, Social Insider ha analizzato circa 650 mila post. Ed ha rilevato come gli account con meno di 100.000 follower hanno raggiunto più persone con hashtag nelle didascalie, mentre gli account con più di 100.000 follower avevano un tasso di copertura migliore con gli hashtag nei commenti.

Occorre dunque trovare il proprio stile e seguire la propria strada. Potremo sperimentare l’utilizzo dei diversi metodi e capire nel tempo quale rispecchia meglio il nostro stile, la nostra personalità, l’identità del nostro marchio. Potremo anche divertirci a mescolare le diverse strategie: qualche hashtag nel corpo della didascalia e gli altri in fondo o nel primo commento, come abbiamo visto. L’unica regola da tenere presente è quella del limite al numero di hashtag imposto da Instagram: 30 hashtag per post.

Come utilizzare gli hashtag nelle Instagram stories

Annunci

Sì, è possibile aggiungere gli hashtag anche alle nostre Instagram stories! Come sappiamo, le Instagram Stories sono contenuti che rimangono visibili per 24 ore sul nostro profilo. Possiamo utilizzare fino a dieci hashtag all’interno di esse, oltre ad un hashtag stick selezionabile. Come sfruttare la potenza degli hashtag senza imbrattare troppo la nostra Storia Instagram?

Ecco alcuni piccoli accorgimenti:

  • Dopo averli scritti, possiamo rimpicciolirli e trascinarli in basso. Occhio a non trascinarli nel cestino e a non rimpicciolirli troppo però: l’app potrebbe non rilevarli;
  • Possiamo pensare di coprire i nostri hashtag con un adesivo animato, dopo averli rimpiccioliti;
  • Possiamo sfruttare lo strumento contagocce, per colorare i nostri hashtag dello stesso colore presente nel nostro post: con gli sfondi a tinta unita funziona alla perfezione!

Quali sono gli hashtag più usati su Instagram

Annunci

Di seguito, vediamo quali sono gli hashtag più usati su Instagram. Ma è bene tenere presente che utilizzare questo tipo di hashtag rischia di non far emergere i nostri contenuti: usare gli hashtag più popolari non farà altro che aumentare il numero di post in competizione con il contenuto da noi pubblicato su Instagram.

Gli hashtag più popolari su Instagram sono i seguenti:

  • #love
  • #instagood
  • #photooftheday
  • #fashion
  • #beautiful
  • #happy
  • #cute
  • #tbt
  • #like4like
  • #followme
  • #picoftheday
  • #follow
  • #me
  • #selfie
  • #summer
  • #art
  • #instadaily
  • #friends
  • #repost
  • #nature
  • #girl
  • #fun
  • #style
  • #smile
  • #food

Come scegliere hashtag da usare su Instagram per aumentare like e follower

Annunci

Come scegliere gli hashtag da usare su Instagram, per aumentare like e follower e quindi il numero di interazioni con i nostri post? La chiave è puntare su hashtag che hanno poca competizione e alto coinvolgimento. Se disponiamo di un account aziendale Instagram – gratuito e attivabile dalle Impostazioni > Account – possiamo utilizzare Instagram Insights per tenere traccia del coinvolgimento del nostro pubblico con gli hashtag che stiamo utilizzando. Alcuni esperti consigliano di utilizzare hashtag con un numero di post associati compreso tra 5.000 e 500.000. Esistono anche strumenti che consentono di generare pacchetti di hashtag pertinenti con il contenuto da copiare ed incollare sotto i nostri post, come Later, ad esempio.

Perché creare un proprio hashtag può aumentare tasso di coinvolgimento

Annunci

Lo step successivo all’affermazione del nostro personal brand, del nostro brand, della nostra presenza online è la creazione di un “hashtag di marca”. Sostanzialmente, un hashtag di marca consente a chi ci segue e a chi segue la nostra attività di interagire facilmente con i nostri contenuti e di proporne di propri. Un hashtag di marca consente, in poche parole, di innescare flussi di conversazione fra l’azienda, il brand, ed il cliente/consumatore.

Come creare un hashtag di marca per aumentare interazioni con il nostro brand

Annunci

Tenendo presenti i requisiti di un hashtag – come abbiamo visto all’inizio di questo articolo – non è complicato arrivare a crearne uno ad hoc per la nostra attività/azienda o per il nostro personal branding. Da dove partire?

  • È bene includere all’interno dell’hashtag il nome dell’azienda o dell’organizzazione: lo renderà riconoscibile e più facilmente memorizzabile;
  • Per favorire il ricordo e, soprattutto, l’utilizzabilità del nostro hashtag è bene scegliere una sequenza di caratteri non troppo lunga e facile da scrivere;
  • Se il nostro nome, il nome della nostra azienda o organizzazione è una parola comune o rimanda a parole comuni, potremmo pensare di creare un hashtag con un gioco di parole.

Cosa sono gli hashtag temporanei e a cosa servono

Annunci

Molti brand e molte organizzazioni fanno ricorso ad “hashtag temporanei”, utili per il lancio di un nuovo prodotto, di un nuovo servizio, per stimolare la generazione di contenuti da parte degli utenti. Siamo, evidentemente, ad uno step ancora superiore rispetto a quello della creazione del proprio hashtag di marca. Questi hashtag contengono spesso un invito all’azione o, ancora, rappresentano un guanto di sfida lanciato agli utenti. Tutti noi ricordiamo un esempio su tutti di questo tipo di iniziativa. È la #icebucketchallenge di ALS Association, lanciata nel 2014.

Tantissimi utenti e tantissimi personaggi noti accettarono la sfida di rovesciarsi addosso un secchiello di acqua ghiacciata. La campagna aveva lo scopo di sensibilizzare gli utenti circa la malattia di Lou Gehrig e gli sforzi fatti dall’associazione per la ricerca contro questa malattia.

Ora, tocca a voi. Fatemi sapere se questi consigli vi sono stati utili, se conoscevate già questi tre metodi per aggiungere gli hashtag su Instagram e quale dei tre preferite usare.

Al prossimo articolo, Felice!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.