Come funziona Facebook Shops e perché sembrerà gratuito

Come_funziona_Facebook_shops_quanto_costa
Photo by Andrea Piacquadio on Pexels.com

Facebook ha annunciato l’arrivo imminente di Facebook Shops: una nuova esperienza di e-commerce, attraverso gli strumenti del social network più popolare. Come può aiutare le aziende e quanto costa. Scopriamolo.

L’annuncio è arrivato dallo stesso Mark Zuckerberg: Facebook Shops sembra destinato a rivoluzionare l’esperienza di acquisto e vendita online. La promessa è quella di fornire, anche ai piccoli negozianti, gli strumenti necessari per poter vendere i propri prodotti online. A tale fine, Facebook ha annunciato di aver avviato collaborazioni con i più importanti servizi di e-commerce esistenti. Ma scopriamo di più su questo servizio: come funzionerà Facebook Shops e quanto costerà?

Indice

Annunci

Cos’è e come funzionerà Facebook Shops

Facebook Shops si configura come una grande opportunità per piccole e medie imprese. Può essere considerato uno strumento in grado di aiutare le aziende a ripartire dopo il lungo periodo segnato dal Coronavirus. Come anticipato, per la realizzazione di Facebook Shops, Facebook ha avviato collaborazioni con partner come Shopify, BigCommerce, WooCommerce, Channel Advisor, CedCommerce, Cafe24, Tienda Nube e Feedonomics. L’intento, nobile, è quello di fornire anche alle aziende più piccole tutto il supporto necessario per poter vendere online.

Come riportato da Wired, però, Shops non sarà un vero e proprio e-commerce: i prodotti acquistabili dal social network non saranno effettivamente su Facebook o Instagram. La nuova funzionalità e il catalogo fungeranno da vetrina dei prodotti in vendita su siti web già esistenti, a meno che non si tratti di un’azienda che utilizza la funzione di pagamento in-app di Facebook e Instagram.

Questa funzione è inclusa in Facebook Pay. Attraverso quest’applicazione sarà possibile effettuare acquisti nei marketplace, fare donazioni o scambiarsi liberamente somme di denaro. Facebook Pay verrà implementata pian piano anche a Messenger, Instagram e WhatsApp. Facebook Pay è stato sviluppato e pensato per supportare le principali carte di credito e debito e l’avanzatissimo servizio di PayPal. Il servizio è già disponibile da novembre negli Stati Uniti. E dovrebbe arrivare presto anche negli altri Paesi.

Quanto costa Facebook Shops

Facebook Shops sarà un’esperienza di acquisto mobile-first in cui le aziende potranno facilmente creare un negozio online su Facebook e Instagram. Potranno farlo gratuitamente. Gli Shops consentiranno di scegliere quali articoli presentare, di creare merchandising con collezioni di prodotti e di raccontare la storia del proprio marchio con caratteri e colori personalizzabili. Nei negozi di Facebook, sarà possibile connettersi con i propri clienti tramite WhatsApp, Messenger o Instagram Direct per rispondere a domande, offrire supporto e altro. Sarà dunque un’esperienza completamente integrata di compravendita.

Perché Facebook Shops sembrerà gratuito

Facebook Shops sarà gratuito, come è possibile leggere dalla fonte ufficiale. Ma, come avviene per gli altri strumenti messi a disposizione dai social media, la gratuità è apparente. In questo caso, lo è ancora di più. Da cosa trarrà guadagno e beneficio Facebook, per potersi permettere di offrire gratuitamente gli strumenti di Facebook Shops?

Annunci

Innanzitutto, è bastato l’annuncio, alla società di Zuckerberg, per poter trarne i primi benefici. Il titolo di Facebook ha, infatti, guadagnato subito il +6,04% in borsa (indice NASDAQ). E questo è solo l’inizio.

Chi usa Facebook per promuovere i propri prodotti e/o servizi, non può fare a meno di notare come la reach dei post sia andata calando negli anni. Si tratta della copertura organica dei post: quante persone è possibile raggiungere, gratuitamente, con un nostro post di Facebook. L’arrivo di Facebook Shops costituirà, evidentemente, un ulteriore abbassamento di questa percentuale: sarà sempre più indispensabile fare ricorso alle sponsorizzate e, quindi, al sistema di promozione a pagamento dei post.

Ma la scommessa più importante di Facebook – quello che rappresenta la promessa di un grande ritorno di investimento – è proprio sull’esperienza integrata di compravendita. Come abbiamo detto in precedenza, Facebook Shops verrà integrata con gli altri strumenti già messi a disposizione da Facebook. Sarà quindi possibile, per il social network, disporre di una mole sempre più grande di dati dei propri utenti: all’anagrafica, alle amicizie, agli interessi, agli spostamenti, andrà ad aggiungere le preferenze e le modalità di acquisto. Non esiste fonte di ricchezza più grande che poter disporre di così tanti dati.

L’annuncio di Mark Zuckerberg

L’amministratore delegato e fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, durante una diretta streaming ha sottolineato l’importanza di rimettere in moto l’economia sfruttando internet: “Se non riesci ad aprire fisicamente il tuo negozio o ristorante, puoi comunque prendere ordini online e spedirli alle persone”, spiega aggiungendo che “stiamo vedendo molte piccole imprese, che non hanno mai avuto attività online, comparire per la prima volta su internet”. Ecco il suo annuncio:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.